Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Lunedì 27 Giugno 2016 - Ore 23:59


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
IL CASO
Il rettore Pecorelli a processo: l'accusa della Procura è truffa
Inizierà il 14 ottobre – secondo quanto riportato dal Corsera - il processo a carico del rettore uscente dell'Università di Brescia con l'accusa di truffa. Secondo i pm, infatti, Pecorelli avrebbe ricevuto tre anni di retribuzione aggiuntiva senza averne diritto (nel mirino in particolare l’indennità incassata per il 2012, 2013 e 2014 in qualità di direttore dell'Unità operativa di Ginecologia e Ostetricia al Civile, funzioni che però non avrebbe svolto), mentre per la difesa l'accusa è totalmente infondata perché la presenza in ospedale non era il criterio fondamentale per percepire la retribuzione. Resta ancora aperta, poi, l’inchiesta che vede Pecorelli indagato per abuso d’ufficio con quattro componenti della commissione che nel 2014 diede il plac

Commenti 1
sab 25 giu 2016, ore 11.41
A4
Sgominata banda di finti poliziotti rapinava i turisti nelle piazzole autostradali
Fermavano le auto nei piazzali spacciandosi per Poliziotti e poi le rapinavano. Sono stati presi ieria mattina a Rovato i componenti di una banda di malviventi che negli ultimi sei mesi hanno messo a segno decine di rapine per un bottino complessivo di oltre un milione di euro. I nove componenti viaggiavano su auto simili a volanti della polizia, raggiungevano le vittime nelle aree di servizio lungo la A4 Brescia-Padova e fermavano i malcapitati chiedendo di consegnare documenti, chiavi del veicolo e denaro. Per poi allontanarsi con la scusa di presunte verifiche. I rapinatori sono stati arrestati dalla Polstrada di Vicenza a seguito di un rocambolesco inseguimento, durante il quale un agente ha riportato lesioni, fortunatamente non gravi.

Commenti 6
gio 23 giu 2016, ore 11.46
IL CASO
Violenta la figlia per tre anni: 43enne in carcere
Sono gravissime le accuse che hanno portato all'arresto di un 43enne residente in città. L'uomo è infatti finito in manette su decisione del giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Brescia: secondo il pm avrebbe picchiato la compagna e i figli, ma soprattutto avrebbe abusato sessualmente della figlia della compagna per ben tre anni. Ora si trova in carcere in attesa di giudizio.

Commenti 7
gio 16 giu 2016, ore 08.42
 
Cosa resta del voto amministrativo
Bragaglio di Claudio Bragaglio - Nel mare mosso dei commenti c’è una boa che non va smarrita. Pur sballottati, già dal primo turno elettorale. Una boa che riguarda un possibile – nonché auspicabile - nuovo posizionamento del PD renziano nel sistema politico. Dopo l’obbiettiva crisi del “Partito della Nazione”, con questo voto. E che è già motivo di valutazione critica dello stesso segretario Renzi. Un segnale che va colto anche dalla sinistra del PD, finora divisa proprio su questo punto essenziale. Avendo ritenuto - almeno una parte di essa - che Renzi e il Pd fossero ormai oltre le colonne d’Ercole. Non che m’illuda. Applico però, con realismo, ad una certa politica quello che l’economista Adam Smith diceva del mercato. Non è dalla benevolenza del fornaio o del macellaio che ci aspettiamo il pranzo, ma dai vantaggi che essi sperano di ricavarne. Quindi si è indotti a parlar bene d
 
Siglata l'unificazione delle quattro organizzazioni artigiane
MATTINZOLI di Enrico Giorgio Mattinzoli* - Dopo anni di dibattiti, incontri, diffidenze, speranze, progetti sottoscritti e successivamente disattesi; finalmente si è arrivati ad una intesa: le quattro Organizzazioni di Categoria dell'Artigianato hanno siglato l'accordo per l'unificazione. Soddisfatti i Presidenti di Associazione Artigiani, Confartigianato, CNA e Assopadana. La firma definitiva dell'accordo avverrà sabato 16 giugno 2050 alla presenza del Presidente del Consiglio che atterrerà alle 09,30 all'Aereoporto G. D'annunzio da poco in piena attività. La giornata per il Presidente del Consiglio è prevista densa di impegni, dopo l'intervento con le Organizzazioni Artigiane presso la Sala Conferenze dello Stadio di Brescia in località Parco delle Cave da poco terminato, il capo del Governo taglierà il nastro del Salone della Ricerca e della Tecnologia presso la Fiera di Brescia rinata dopo anni di inattività, per poi recarsi alla ex C


Lonati raddoppia e mette fieno in cascina. Il 2016 è partito nel migliore dei modi per l'azienda di San Polo che è leader mondiale nella produzione di macchine per calze: una nuova commessa dall'Uzbekistan che segue quella della scorsa estate e porta il totale a 20 milioni di euro. A firmare il gruppo tessile Uztex di Tashkent, che ha ordinato altre 512 macchine per calze di ultima tecnologia. Da Lonati gli uzbeki ne avevano già acquistate 550 (già consegnate), ma l'
Opinioni
 
Lavoro, serve un nuovo statuto
Bonometti di Marco Bonometti* - Trovo sia interessante, almeno per qualche aspetto, l’opinione espressa sui giornali da Oriella Savoldi, membro della segreteria CGIL di Brescia. Voglio però sgombrare subito il campo da un errore che, a mio giudizio, Savoldi commette, e che potrebbe avere gravi conseguenze. Savoldi, infatti, mette insieme, sullo stesso piano, due concetti nettamente diversi: l’importanza e l’andamento dell’industria manifatturiera. E da lì parte con un commento satirico all’enfasi acritica a più voci che afferma di aver rilevato sul tema. Vorrei porre alla signora Savoldi, che fa parte di un importante organismo di un sindacato storico come la CGIL, una semplice domanda: lei mette in dubbio l’importanza dell’industria manifatturiera? Pongo la domanda in maniera molto semplice e diretta perché la questione è di rilevanza strategica non solo sul piano delle relazioni industriali, ma su quello ben pi&ugrav
 
Chagall e la polemica sulle grandi mostre
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - La mostra di Chagall mi pare sia striata da troppe polemiche. Si tratta ora di evitarne di nuove e di maneggiare con cura quelle già esistenti. Per il buon esito della mostra stessa. Ciò mi porta subito a dire che non m’avventuro sulle questioni tirate in ballo per eventuali interessi del Direttore Di Corato per Mostre, Cataloghi e Case editrici. Di questo risponderanno Piattaforma Civica dell’avv. Onofri e Centro Destra. Per quanto mi riguarda vorrei stare al merito, dicendo di condividere la scelta, seppur estemporanea, della mostra di Chagall, con Dario Fo. Ma, a differenza di altri, in piena coerenza con la mia precedente condivisione anche della proposta di Goldin. Penso infatti abbia ragione il prof. Vasco Frati quando osserva che “al di là delle cortine fumogene… si tratta d’un progetto che ripropone il metodo Goldin dell’iniziativa organizzata chiavi in mano”. Ha quindi senso rileggere la
 
L’abbattimento della Tintoretto e le procedure amministrative
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - Ho già motivato sulla Stampa locale la mia contrarietà all’abbattimento della Torre Tintoretto. Una vicenda complessa, ma ignorata oggi nel suo iter. Al punto da ritenere nuova la proposta avanzata da ‘Investire SGR’, quand’era già della Giunta Paroli. E contrastata dall’intero Centro Sinistra.  Mi preme qui richiamare un passaggio decisivo, già fondato motivo d’un esposto alla Corte dei Conti, predisposto da Mirko Lombardi, allora segretario cittadino di Sel. Siamo nel 2012, ed anche in ragione di quel possibile coinvolgimento della Magistratura Contabile, la Giunta Paroli e l’Aler abbandonarono la scelta dell’abbattimento per quella della vendita. La questione riguardava il danno patrimoniale derivante dall’abbattimento. Infatti un abbattimento è legittimo per vari motivi: insicurezza dello stabile, impossibilità di ristrutturazione (si pen














CITTA'
Stazione, continua il coprifuoco delle bevande alcoliche da asporto
È stato prorogato fino all’11 settembre 2016 il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche in qualsiasi tipo di contenitore e di bevande analcoliche in contenitori di vetro nella zona della stazione. Il provvedimento, in vigore tutti i giorni dalle 18 alle 6 del giorno successivo, si è reso necessario per impedire l’abbandono nelle strade, nelle piazze e sotto i porticati pubblici di bottiglie e recipienti in vetro, spesso ridotti in frantumi, in un’area, quella della stazione, interessata da un notevole afflusso di persone. Come risulta dagli interventi effettuati dalle Forze dell’Ordine e dalla Polizia Locale, in qualche occasione si sono verificate risse, nelle ore serali e notturne, causate anche dall’abuso di sostanze alcoliche e talvolta aggravate dalla circostanza che i

Commenti 1
mer 15 giu 2016, ore 16.22
IL CASO
Ripetute violenze su un 12enne, arrestato un sacerdote di Darfo
L'accusa è pesantissima: abusi sessuali su minore. Per questo è stato arrestato dai Carabinieri don Angelo Blanchetti, parroco di Corna di Darfo (Val Camonica), che secondo gli investigatori avrebbe fatto violenza a un ragazzino straniero di 12 anni che seguiva personalmente per il battesimo. Il 55enne si trova ora agli arresti domiciliari. Gli abusi sarebbero proseguiti per ben due anni: a spingere il ragazzino a denunciare sarebbe stato un sacerdote di Milano a cui si era confidato. Don Angelo è stato sospeso da ogni ufficio ed è stato nominato un amministratore parrocchiale delle due parrocchie. “L’arresto di don Angelo ci addolora profondamente”, ha commentato il vescovo Luciano Monari in una nota: “Il vescovo ha appreso questa mattina la notizia del provvedimento cautelare

Commenti 47
mar 14 giu 2016, ore 19.05
IL CASO
Carabinieri veri contro finti carabinieri: sgominata banda di truffatori
E' stata sgominata dai Carabinieri di Pavia, quelli veri, la finta banda di carabinieri che per mesi ha imperversato in Lombardia (tra Brescia, Milano, Cremona, Lodi, Piacenza e Bergamo) mettendo a segno decine di colpi in abitazione a danni di anziani. Il gruppo presentava finti distintivi e fingeva di intervenire per acciuffare malviventi (talvolta la messinscena comprendeva anche il finto arresto) salvo poi arraffare denaro e preziosi. Ma a tempo perso la banda faceva anche rapine vere e proprie, arrivando a minacciare le vittime con armi improprie e spray urticante. I bottini arrivavano anche a 50mila euro al giorno. Le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine aggravate, furti aggravati, ricettazione ed utilizzo di segni distintivi contraffatti.

Commenti 1
mar 14 giu 2016, ore 10.47
LONATO
Balotelli arriva nel locale e scatta la rissa: un 33enne perde tre dita della mano
Sono ancora da chiarire i contorni della maxirissa avvenuta sabato al Coco Beach di Lonato del Garda, che è costata tre dita della mano a un 33enne. Secondo la prima ricostruzione dei fatti – su cui comunque stanno cercando di far chiarezza i Carabinieri – gli animi si sarebbero scaldati quando nel locale è arrivato il calciatore Mario Balotelli con il fratello e alcuni amici. Per ragioni ancora da chiarire un gruppo di ragazzi (che stavano per rincasare in pullman dopo la serata) è arrivato alle mani con altri avventori. Ad avere la peggio un giovane che nel tentativo di fuggire, si sarebbe aggrappato all'obliteratrice di uno dei bus, riportando gravi ferite. Dubbi sull'eventuale partecipazione di Balotelli alla rissa. Il Corriere della Sera riporta due versioni: nella prima Mario si sarebbe allo

Commenti 6
lun 13 giu 2016, ore 11.05
PISOGNE
Scomparso da tre settimane, nel pollaio del padre trovato un milione in contanti
E' sempre più giallo sulla scomparsa di Fabrizio Garatti, l'impiegato originario di Costa Volpino, ma residente a Pisogne, che manca da casa dal 26 maggio. L'uomo – sposato e con un figlio di quattro anni - ha a carico una procedura giudiziaria aperta per traffico di droga (nel 2009 fu preso con 40 chili di marijuana), ma questa potrebbe non essere l'unica pista per la sparizione. A complicare il quadro, infatti, c'è il recente ritrovamento dei carabinieri, che nel pavimento di un pollaio di proprietà del padre hanno scoperto ben un milione di euro in contanti. I militari ipotizzano l'omicidio o l'allontanamento volontario, in subordine il suicidio. Al momento di Garatti è stato trovato solo il fuoristrada, nei pressi di una telecamera non funzionante.

Commenti 2
dom 12 giu 2016, ore 09.27
IL CASO
Brescia, via nove sostituti procuratori su 20. Giustizia a rischio paralisi
La giustizia bresciana rischia la paralisi. Entro fine estate, infatti, ben nove sostituti procuratori - sui 20 previsti in pianta organica - lasceranno la Procura di Brescia e non saranno sostituiti fino al prossimo concorso. Insomma: la Procura guidata da Tommaso Buonanno dovrà lavorare con metà delle risorse. Leonardo Lesti, Silvia Bonardi e Roberta Amadeo sono destinati a Milano, Michele Stagno andrà invece a Genova, Eliana Dolce a Viterbo, mentre per Valeria Bolici è pronto un incarico a Pristina, in Kosovo. Gianmaria Pietrogrande ha iraggiunto l'età pensionabile, mentre Francesco Piantoni, (titolare con Roberto di Martino delle inchieste sulla strage) sarà trasferito alla Procura generale a Roma.

Commenti 4
dom 12 giu 2016, ore 08.34
LOGGIA
Accattonaggio, nel 2016 le sanzioni della Polizia locale sono state 644
In linea con gli obiettivi dell’amministrazione comunale, la Polizia Locale di Brescia ha potenziato i controlli relativi all’accattonaggio sul territorio cittadino, fenomeno che purtroppo persiste nonostante gli innumerevoli interventi che, da anni, vengono effettuati sia in centro storico sia in periferia. Nel 2015 sono stati redatti 644 verbali mentre gli accertamenti complessivi effettuati dal Comando ammontano a 3.319. Dall’inizio del 2016 fino al 30 aprile il totale dell’azioni di contrasto, che prevedono anche servizi in borghese e auto di copertura, sono stati complessivamente 967, per un totale di 213 sanzioni.  Il regolamento di polizia urbana indica che è vietato “effettuare qualsiasi forma di accattonaggio molesto o che causi intralcio o pericolo alla circolazione veicolare o p

Commenti 9
gio 09 giu 2016, ore 16.45
L'OPERAZIONE
Due pusher arrestati dalla Locale per spaccio di hashish e cocaina
Sequestrati 72 grammi di hashish, 53 grammi di cocaina, 8 grammi di eroina e due persone arrestate. Questi i risultati dell’operazione messa in campo dalla Polizia Locale nel pomeriggio di martedì 7 giugno. Gli agenti, in abiti civili e con veicoli di copertura, hanno pattugliato la zona di via Milano, controllando con particolare attenzione l’area attorno a una palazzina di via Martino Franchi, dove era stata segnalata la presenza di un marocchino di quarantasei anni e di un’italiana di quarantasette anni con precedenti per spaccio di stupefacenti. I due conviventi sono stati visti uscire dall’edificio per incontrare alcuni tossicodipendenti in via Franchi, in via Marchetti, in viale Italia, in via Vantini, in via Bagnadore e in uno stabile dismesso di via Eritrea. Poco dopo, nei pressi della pal

Commenti
gio 09 giu 2016, ore 16.42
CORSO MARTIRI
Rumena ruba l'orologio da 10mila euro a un'anziana: presa
Una rumena è stata arrestata dalla Polizia con l’accusa di aver rubato con destrezza l’orologio di un’anziana del valore di ben 10mila euro. L’episodio è avvenuto ieri alle 12.30 in corso Martiri della Libertà. La 70enne ha parcheggiato la propria auto ed è stata avvicinata da una donna di 28 anni che ha iniziato a molestarla e toccarla. Per questo l’anziana è risalita in auto, ma solo allora si è accorta di non avere più l’orologio e ha avvisato la Polizia. La volante ha avvistato la malvivente poco distante. La rumena ha provato a disfarsi dell’orologio dandosi alla fuga in via Fratelli Bronzetti, dove però è stata raggiunta e bloccata dalla volante. Nel processo è stato convalidato l’arresto, con giudizio rinv

Commenti 6
dom 05 giu 2016, ore 09.50
INCIDENTE
Scontro auto-pullman a Cunettone di Salò: grave un bambino di 11 anni
Un incidente grave è accaduto pochi minuti fa a Salò, in località Cunettone. La dinamica è ancora da accertare, ma secondo la prima ricostruzione si sarebbe verificato un impatto violento tra un pullman con a bordo 40 studenti del liceo Fermi e un'automabile (una Wolkswagen Touran) impegnata in un tentativo di inversione di marcia. Quattro i feriti: il più grave un bambino di 11 anni. Sul posto sono intervenute immediatamente cinque ambulanze, l'elisoccorso e i vigili del fuoco. Oltre alla Polizia stradale per i rilievi.    

Commenti
ven 27 mag 2016, ore 15.24
IL CASO
Concesio: secondo caso di rapina in una settimana, è già allarme
La scena si ripete a distanza di una settimana: due persone, un motorino, una pistola e un coltello. Con un accento inconfondibile: quello bresciano.  L’ultima vittima è la titolare di una tabaccheria-cartoleria di Concesio. Mentre la prima rapina aveva colpito un negozio di prodotti per la cura delle persona e della casa, il Tigotà, sempre nella stessa zona. La tabaccaia racconta così ai media l’accaduto: i due malviventi sono entrati nel negozio con i caschi in testa, uno ha scavalcato il bancone con in mano una pistola e il secondo le ha puntato un coltello alla gola. I rapinatori hanno preso l’incasso della giornata, stecche di sigarette e gioielli in argento. Secondo gli inquirenti, che al momento non danno indicazioni precise sull’inchiesta, gli autori del colpo, vista la dinamic

Commenti
gio 26 mag 2016, ore 17.42
INCIDENTE
Ciclista si scontra con auto ai piedi della Maddalena: grave al Civile
E' gravissime condizioni il ciclista che in via Boifava, questa mattina attorno alle 11, è andato a schiantarsi contro un'auto. L'uomo stava scendendo dalla Maddalena ed ha imboccato la via contromano, scontrandosi con un'auto che viaggiava regolarmente. L'urto, scrive il Giornale di Brescia, è stato violentissimo. Sul posto due ambulanze soccorrere il ciclista e l'uomo al volante, e la Polizia Locale.  

Commenti 5
sab 21 mag 2016, ore 14.40
GUARDIA DI FINANZA
Gadget e magliette di squadre sportive falsi, indagini delle Fiamme Gialle a Brescia
Falsi capi d’abbigliamento e finti gadget delle principali squadre di calcio italiane ed europee, soprattutto della Juventus, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Torino, che ha scoperto un imponente traffico di merchandising sportivo. Le indagini sono arrivate fino a Brescia e a Perugia e hanno portato al sequestro di 85.000 articoli contraffatti, 20 macchinari industriali e 6 apparati informatici impiegati per la loro produzione. Unidici le persone denunciate per i reati di produzione ed immissione in commercio di articoli contraffatti. La produzione era legata ai principali eventi sportivi e vista la vittoria dello scudetto della Juve gran parte del materiale era dedicato alla squadra.  

Commenti 1
sab 21 mag 2016, ore 11.50
VIA FIORENTINI
Un altro morto vicino alle rotaie. La polizia indaga sull'accaduto
E' stato un inizio di giornata amarissimo quello in via Fiorentini, nei pressi del cimitero di San Francesco di Paola, lungo la linea ferroviaria Milano - Venezia. Intorno alle 7.40 i macchinisti hanno notato il cadavere di un uomo e hanno immediatamente allertato la Polizia Ferroviaria, che sta cercando di stabilire se si sia trattato di un incidente o di un gesto estremo.Il caso è analogo a quello accaduto pochi giorni fa nella stessa zona, dove a perdere la vita fu un 24enne di Rezzato. 

Commenti
ven 20 mag 2016, ore 11.38
DAL BROLETTO
Provincia, Mottinelli conferma in blocco la polizia provinciale
70 unità, tra Agenti e Ufficiali, distribuiti su 3 sedi provinciali, che svolgono funzioni di vigilanza e controllo in materia di circolazione stradale, rifiuti, agricoltura, foreste, caccia e pesca. Dopo avere ottenuto, grazie ad un emendamento targato “Brescia”, che il decreto legge n. 78 del 2015, in cui era stato inizialmente previsto che il personale delle Polizie Provinciali transitasse nelle Polizie Municipali, consentisse invece alle Province di continuare a svolgere funzioni di polizia amministrativa locale nelle materie attribuite, il Presidente della Provincia di Brescia Pier Luigi Mottinelli ha deciso di avvalersi di tale facoltà. Lo scorso dicembre, con proprio decreto, il Presidente Mottinelli ha quindi stabilito che il Corpo di Polizia Provinciale di Brescia avrebbe continuato ad operare s

Commenti 2
gio 19 mag 2016, ore 11.36
NERA
Omicidio di Erbusco, anche la mano di Giulia sul coltello?
Emergono nuovi, inquietanti dettagli, sul caso dell’omicidio del pusher tunisino residente a Rovato Riad Belkahla. Reo confesso per l'omicidio è il 28enne Manuel Rossi, che con la fidanzata 21enne Giulia Taesi gestiva il Jolly Bar ad Adro. Ma secondo i primi risultati delle indagini, la giovane non avrebbe avuto un ruolo solo “morale” nel delitto. Dalle analisi della disposizione delle macchie di sangue sulla vettura della vittima, infatti, sarebbe emerso che ci sono anche le sue impronte sul coltello utilizzato per trucidare il tunisino: dunque Giulia avrebbe impugnato il coltello che lo ha ucciso.

Commenti
sab 14 mag 2016, ore 11.05
IN CITTA'
Tragedia in via Gatti. Il treno travolge un uomo, soccorsi inutili
Sgomento in via Gatti, dove intorno alle 15 un uomo è stato travolto dal treno, nei pressi del cimitero San Francesco di Paola. Inutili i soccorsi immediati, per l'uomo non c'era più niente da fare. Non resta che indagare sul caso per capire se si sia trattato di un incidente o di un gesto estremo.

Commenti
mar 10 mag 2016, ore 16.26
POLIZIA
Poliambulanza, i pazienti dormono e 52enne li deruba: condannato a 10 mesi
E' stato condannato per direttissima a dieci mesi ai domiciliari un 52enne che aveva messo a segno una serie di furti alla Poliambulanza. L'uomo era stato visto, nel pomeriggio di giovedì 5 maggio, aggirarsi nei reparti con fare sospetto: un'infermiera ha così avvisato la vigilanza interna che ha coinvolto la polizia. Arrivati sul posto, gli agenti hanno individuato l'uomo che, alla loro vista, ha cercato di scappare. Come scrive il Giornale di Brescia, nella fuga ha perso due portafogli, recuperati dagli agenti assieme a uno smartphone trovatogli addosso durante la perquisizione. Il ladro ha ammesso di aver derubato i degenti, approfittando del fatto che dormissero: gli oggetti sono stati restituiti ai proprietari, mentre il ladro, con vari precedenti penali, è stato arrestato e processato. 

Commenti 15
sab 07 mag 2016, ore 12.27
POLIZIA
Fuga non riuscita sul Sebino: malviventi finiscono contro una volante
Un inseguimento sul Sebino, finito in malo modo per i malviventi: è successo ieri, 6 maggio, tra Marone e Iseo. Alcuni operai hanno segnalato alla Polizia la presenza di due persone che stavano armeggiando attorno alle auto in un parcheggio. Gli agenti si sono messi subito sulle tracce dei due che, alla vista degli agenti, si sono dati alla fuga. Dopo un inseguimento rocambolesco, scrive il Giornale di Brescia, i due hanno imboccato le vie contromano, ma alla fine, all’altezza della caserma dei carabinieri di Iseo, una volante li ha speronati bloccando la loro corsa. 

Commenti
sab 07 mag 2016, ore 09.46
LIETO FINE
Carmine, tenta il suicidio, ma la chiamata di un amico lo salva in extremis
E' stato salvato dagli uomini del 118 e della Volante Carmine, l'uomo che sabato sera intorno alle 21.30 ha cercato di togliersi la vita a Brescia. Ad avvisare 118, un amico che aveva ricevuto un sms in cui si annunciava il tragico gesto. La Questura ha subito inviato sul posto una volante e un’ambulanza del 118, che lo ha salvato in extremis.L’uomo, infatti, è stato trovato appeso ad una ringhiera con una corda al collo, ma grazie alla prontezza degli operatori è stato liberato dal gioco mortale prima che fosse troppo tardi.

Commenti 2
lun 25 apr 2016, ore 10.02
SERLE
Quel colpo non fu accidentale. La Procura conferma l'accusa per la morte del ladro albanese
Erano passate la poco le 22 del 14 dicembre 2013 a Serle, in via Marconi, quando M.F. venne avvisato dai suoi vicini che c'erano movimenti sospetti nella sua villetta. Rientrato con un gruppo di amici sorprese due ladri nella sua proprietà. Uno fuggì nei boschi e non fu più trovato, l'altro venne inseguito e dopo una colluttazione ed un colpo di fucile morì. Era Eduard Ndoj, malvivente albanese di 26 anni. Il capo d'imputazione per M.F., confermato dalla Procura a quasi tra anni dall'accaduto, resta omicidio volontario, anche se il 31enne continua a difendersi affermando che quel colpo partì accidentalmente e che non era sua intenzione uccidere il ladro.

Commenti 10
ven 22 apr 2016, ore 12.08
L'ANEDDOTO
Erbusco, prima massacra il pusher, poi posta un video comico su facebook
Emergono nuovi dettagli sulla vicenda dell'omicidio di Zocco di Erbusco, dove nella serata del 12 aprile ha perso la vita Riadh Belkahla, tunisino di 48 anni massacrato con una sessantina di coltellate. Manuel R., 28enne di Erbusco, ha confessato raccontando dell'incontro sull'auto del pusher, con il quale lui e Giulia T. - la sua convivente - avevano un debito di circa mille euro relativo all'acquisto di marijuana. Manuel aveva ancora in casa sua l'arma del delitto, che ha consegnato alle forze dell'ordine raccontando la sua versione dei fatti, ammettendo le sue colpe e difendendo la convivente, assumendosi tutte le responsabilità del massacro. Ora l'uomo si trova in una cella di Canton Mombello, mentre sui giornali campeggiano le sue foto e quelle della sua ragazza, le stesse presenti sulla sua pagina facebook, dalla qu

Commenti 30
gio 21 apr 2016, ore 16.47
ERBUSCO
Omicidio Belkahla, fermati un uomo e una donna. Avevano un debito con la vittima
Sarebbero due under 30 italiani i possibili assassini di Riadh Belkahla, il 48enne tunisino ucciso il 12 aprile a Zocco di Erbusco con inaudita efferatezza, colpito da 60 coltellate. I carabinieri di Chiari hanno posto in stato di fermo una donna di 21 anni e uomo di 28 anni. Quest'ultimo sembra che abbia già confessato, confermando le accuse a lui imputate. All'origine del delitto sembra esserci un debito di mille euro nei confronti della vittima, contratto per forniture di marijuana mai saldate.

Commenti 8
mer 20 apr 2016, ore 15.08
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Quale di questi Comuni bresciani a vocazione turistica non hai mai visitato?
Sirmione
Desenzano
Salò
Limone
Tremosine
Ponte di legno
Montecampione
Darfo
Monte Isola
Iseo

Chi vorresti come nuovo rettore dell'ateneo bresciano?
Gian Paolo Beretta (Ingegneria)
Rodolfo Faglia (Ingegneria)
Riccardo Leonardi (Ingegneria)
Maurizio Memo (Medicina)
Alessandro Padovani (Medicina)
Saverio Regasto (Giurisprudenza)
Emilio Sardini (Ingegneria)
Claudio Teodori (Economia)
Maurizio Tira (Ingegneria Civile)

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
22:27 del metodo e de
27 giu - Vai alla news »
Frittate girate che piacciono a volte e altre non piacciono…., ma sempre di frittate rivoltate si tratta. A dimostrazione che si naviga a v
22:25 stradivarius
27 giu - Vai alla news »
Pensando a Renzi, sin troppo semplice citare Machiavelli quando affermava che "govenare è far credere". Ecco, è quel far credere di rapprese
21:25 Claudio Bragaglio
27 giu - Vai alla news »
Diabolitalicum, nella politica come nella vita vi son persone di ‘parola’ ed altre di… ‘parole’. Differenze sostanziali. Anticiperei -
20:37 CELODURISTI
27 giu - Vai alla news »
Che figure! State perdendo colpi. Che umiliazione farsi chiamare MOLLACCIONI da una donna. Niente paura, ci sono sempre le PASTIGLIE BLU.
18:59 a 15.39
27 giu - Vai alla news »
La cittadinanza onoraria che ha comportato sicuramente anche spese supplementari, dato che è stata conferita con cerimonie, potevano propri
17:48 Nonhovotatoperq
27 giu - Vai alla news »
Sono una del circa 36% che pur avendone diritto non si è recato a votare ... Non perché ero al mare o al lavoro o da nessuna altra parte ...
17:48 Maria Soccorsa
27 giu - Vai alla news »
Buongiorno, avete bisogno di 2.000€ a 3.000.000€? Email: maria.soccorsa01@gma il.com
17:46 Maria Soccorsa
27 giu - Vai alla news »
maria.soccorsa01@gma il.com
Commenti in evidenza
16:54 Aldo Rebecchi
18 lug - Vai alla news »
Rispetto ai commenti letti, circa l’ipotesi che abbia a coordinare lo staff in via di formazione del Sindaco, non per replicare a chi legitt
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Regione Lombardia - Banche dati
- Regione Lombardia - Istituzione
- Calcio Bresciano
- Lo shop dell'Albero della vita
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
EDIZIONI 12 | PUBBLICITA' | PI/CF 03327790980 | REA (4) 524873 | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...