Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 06 Dicembre 2016 - Ore 16:57


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
IL CASO
Gavardo, sindaco condannato. M5S: elezioni per ripristinare la normalità
“La notizia – si legge in una nota - ravviva le preoccupazioni dei cittadini sulla sua politica e sugli avvenimenti che in questi anni hanno visto associazioni e comitati scendere in campo per difendere la propria salute ed il proprio territorio”. I portavoce bresciani del movimento (Ferdinando Alberti - Vito Crimi, Claudio Cominardi, Girgis Sorial, Tatiana Basilio e Giampietro Maccabiani), quindi, ricordano “i cittadini in rivolta per la centrale a biomassa tra scuole ed asili, per la vendita del parco Baden Powell, per le concessioni della cava di monte Tesio e soprattutto per la nebulosa vicenda della fonderia Mora che opera con l’AIA scaduta da 5 anni e che ha visto l’annullamento da parte del segretario comunale di una richiesta di adeguamento immediato delle emissioni fuori norma&rdqu

Commenti
mar 06 dic 2016, ore 16.27
TRAFFICO DI DROGA
Traffico di droga, fermata famiglia marocchina con oltre 100 chili di hashish
L'intera operazione, durata due anni, è nata da un banale incidente automobilistico. Nel novembre 2015 a Castegnato resta coinvolto in un incidente stradale il cittadino marocchino E.G.A., residente a Ospitaletto, che veniva urtato da una signora in auto mentre circolava in bicicletta. Il marito della signora raccoglieva la propria spesa finita in terra nella confusione per accorgersi, solo una volta giunto a casa, di aver scambiato per sapone di marsiglia il panetto di hashish trovato per terra. L'uomo lo ha consegnato successivamente alla Polizia Stradale intervenuta sul posto e da qui è scaturita una indagine coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica Roberta Amadeo. L'indagine ha permesso ben presto di evidenziare una fiorente attività di smercio di importanti quantitativi di hashish in provincia d

Commenti
mar 06 dic 2016, ore 12.21
CARABINIERI
Prostituzione di ragazze cinesi, sequestri anche a Brescia
Una decina di misure cautelari nei confronti di un gruppo dedito allo sfruttamento della prostituzione di ragazze cinesi, in Italia senza permessi, sono in corso di esecuzione da parte dei carabinieri di Venezia. L'operazione si sviluppa tra le province di Brescia, Milano, Bergamo e Venezia. Sequestrati beni, tra appartamenti e auto, per un valore di oltre un milione di euro. A capo dell'organizzazione, strutturata in modo gerarchico, due donne cinesi, in concorso con i conviventi italiani.

Commenti 3
mar 06 dic 2016, ore 10.25
 
Renzi e il referendum costituzionale, il mio sì è critico
BRAGAGLIO di Claudio Bragaglio - Aderendo, nel gennaio 2016, al “ Comitato del Sì al Referendum”, promosso dal PD di S.Polo, mi erano ben chiare le implicazioni. Un “Sì critico”, il mio, non per dubbi, ma per motivazioni distanti da pregiudizi. Al punto da confermare il mio Sì “nonostante” gli argomenti di alcuni suoi sostenitori. Renzi e Boschi inclusi. Penso ad alcune loro improvvide posizioni. Che – anche per “moral suasion” di Napolitano e Mattarella - hanno registrato una virata quanto mai opportuna. Con l’ammissione di errori ed un cambio di direzione, per non porre a rischio l’esito referendario, prima immaginato invece come una marcia trionfale. Un “Sì critico”, accolto da opposte ed acide ironie. Per gli uni, un errore nella battaglia campale che traccia il solco al di qua ed al di là del renzismo. Per gli altri, il tentativo di bagnar le polveri delle cannonate co
 
Piazza Loggia, non fu una strage di Stato
Alfredo Bazoli di Alfredo Bazoli - Ho letto le motivazioni dell’ultima sentenza sulla strage di piazza loggia. Quella che condanna i due esponenti veneti di Ordine Nuovo imputati, Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte. E sono rimasto colpito dalla capacità che ha avuto la Corte d’assise di Milano di ricomporre il puzzle degli indizi raccolti nella lunga inchiesta in un quadro convincente, coerente, lucido. Ciò è stato possibile per le tenacia inesausta degli inquirenti, e in particolare per una serie di elementi di prova raccolti anche negli ultimissimi anni, a processo in corso, che hanno consentito di superare anche gli ultimi residui dubbi. Manca ancora il giudizio finale della Cassazione, ma questa volta ho la convinzione che le acquisizioni e la ricostruzione operata dalla corte saranno in grado di superare anche l’ultimo vaglio di legittimità. Se così sarà, finalmente non solo noi familiari ma il nostro paese avrà una


(a.tortelli) Il centrodestra in città ha bisogno di una sferzata, deve superare i personalismi, unire le forze ed esprimere un candidato sindaco entro pochi mesi. Ripartendo dall'esperienza di Adriano Paroli. A lanciare l'appello è Mario Labolani, ex assessore ai Lavori pubblici del Comune di Brescia, oggi responsabile del Dipartimento regionale territorio di Fratelli d'Italia. Dopo la sconfitta elettorale e una parentesi lavorativa al Pirellone, Labolani ha cambiat
Opinioni
 
Lavoro, serve un nuovo statuto
Bonometti di Marco Bonometti* - Trovo sia interessante, almeno per qualche aspetto, l’opinione espressa sui giornali da Oriella Savoldi, membro della segreteria CGIL di Brescia. Voglio però sgombrare subito il campo da un errore che, a mio giudizio, Savoldi commette, e che potrebbe avere gravi conseguenze. Savoldi, infatti, mette insieme, sullo stesso piano, due concetti nettamente diversi: l’importanza e l’andamento dell’industria manifatturiera. E da lì parte con un commento satirico all’enfasi acritica a più voci che afferma di aver rilevato sul tema. Vorrei porre alla signora Savoldi, che fa parte di un importante organismo di un sindacato storico come la CGIL, una semplice domanda: lei mette in dubbio l’importanza dell’industria manifatturiera? Pongo la domanda in maniera molto semplice e diretta perché la questione è di rilevanza strategica non solo sul piano delle relazioni industriali, ma su quello ben pi&ugrav
 
Chagall e la polemica sulle grandi mostre
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - La mostra di Chagall mi pare sia striata da troppe polemiche. Si tratta ora di evitarne di nuove e di maneggiare con cura quelle già esistenti. Per il buon esito della mostra stessa. Ciò mi porta subito a dire che non m’avventuro sulle questioni tirate in ballo per eventuali interessi del Direttore Di Corato per Mostre, Cataloghi e Case editrici. Di questo risponderanno Piattaforma Civica dell’avv. Onofri e Centro Destra. Per quanto mi riguarda vorrei stare al merito, dicendo di condividere la scelta, seppur estemporanea, della mostra di Chagall, con Dario Fo. Ma, a differenza di altri, in piena coerenza con la mia precedente condivisione anche della proposta di Goldin. Penso infatti abbia ragione il prof. Vasco Frati quando osserva che “al di là delle cortine fumogene… si tratta d’un progetto che ripropone il metodo Goldin dell’iniziativa organizzata chiavi in mano”. Ha quindi senso rileggere la
 
L’abbattimento della Tintoretto e le procedure amministrative
Bragaglio di Claudio Bragaglio* - Ho già motivato sulla Stampa locale la mia contrarietà all’abbattimento della Torre Tintoretto. Una vicenda complessa, ma ignorata oggi nel suo iter. Al punto da ritenere nuova la proposta avanzata da ‘Investire SGR’, quand’era già della Giunta Paroli. E contrastata dall’intero Centro Sinistra.  Mi preme qui richiamare un passaggio decisivo, già fondato motivo d’un esposto alla Corte dei Conti, predisposto da Mirko Lombardi, allora segretario cittadino di Sel. Siamo nel 2012, ed anche in ragione di quel possibile coinvolgimento della Magistratura Contabile, la Giunta Paroli e l’Aler abbandonarono la scelta dell’abbattimento per quella della vendita. La questione riguardava il danno patrimoniale derivante dall’abbattimento. Infatti un abbattimento è legittimo per vari motivi: insicurezza dello stabile, impossibilità di ristrutturazione (si pen














FRODE
False fatture per 16 milioni di euro, nei guai un imprenditore di Piancamuno
Continua l'intenso lavoro di indagine della Guardia di Finanza in provincia di Brescia. Nelle scorse ore è finito nei guai un imprenditore di 48 anni di Piancamuno con l'accusa di false fatturazioni ed evasione fiscale. L'uomo, secondo quanto ricostruito finora dalle Fiamme gialle, avrebbe presentato dichiarazioni fraudolente per 16 milioni di euro di falsi costi fra il 2012 e il 2015. La sua ditta opera nel settore dell'impiantistica elettrica e con questo meccanismo sarebbe riuscita ad abbattere, e di molto, la base imponibile. All'uomo sono contestati anche 6,5 milioni di euro di Iva evasa.

Commenti 2
mar 06 dic 2016, ore 09.47
SICUREZZA
La Vigilanza compie 70 anni, con un fatturato a quota 23 milioni di euro
Vigilanza Group – la società bresciana di servizi per la sicurezza e la protezione dei beni di imprese e privati – compie 70 anni e li festeggia con un traguardo di tutto rispetto: il fatturato del 2015 ha raggiunto la cifra record di 13 milioni di euro, e per il 2016 si prevede di chiudere l’anno con un ulteriore incremento. Un trend in forte ascesa che ricalca l’ottimo andamento degli ultimi anni: nonostante il periodo di crisi economica generale nel 2008 il fatturato è stato di 11 milioni, salito a 11,8 nel 2010. Oggi la società bresciana che conta circa 250 dipendenti, di cui il 50% è socio, è autorizzata ad operare con guardie giurate nelle province di Mantova, Cremona, Bergamo, Verona e L’Aquila, e con servizi di Tele Vigilanza e Video Analisi su tutto il

Commenti
sab 03 dic 2016, ore 11.39
SICUREZZA
Pusher tunisino arrestato dalla Polizia: sono disoccupato, devo spacciare
Proseguono i controlli della Polizia nella zona della Stazione cittadina. Nella zona dello scalo, gli agenti hanno notato un maghrebino che stava entrando – con fare agitato – in un negozio: nella successiva perquisizione è emerso che l'uomo aveva con sé un coltello a serramanico e inoltre era irregolare sul territorio italiano. In via Fratelli Ugoni, invece, la Polizia ha fermato un 26enne rumeno, con precedenti di Polizia per ricettazione, che aveva con sé una borsa contenente 17 confezioni di profumi di marca ed alcuni tester. L'uomo è stato indagato per contraffazione di marchi di prodotti industriali, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione. In via Solferino, infine, la Volante Carmine ha fermato uno spacciatore tunisino, in possesso di nove

Commenti
ven 02 dic 2016, ore 13.58
STRADE
Tragedia a Esine, un 60enne perde la vita nello scontro sulla statale 42
Incidente mortale questa mattina, intorno alle 7, lungo la strada statale 42, nel territorio di Esine. Ancora incerta la dinamica dei fatti. Per cause in corso di accertamento da parte delle forze dell'ordine, un 60enne ha perso la vita nel violentissimo impatto che ha coinvolto altri due mezzi, una Golf e un furgoncino Iveco. La sua auto, una Bmw, è stata ridotta a un cumulo di lamiere, mentre il furgone si è ribaltato di lato. Pronto l'intervento dei soccorritori (sul posto anche l'elisoccorso), ma le condizioni del 60enne sono sembrate da subito critiche. La Statale 42 è stata chiusa al traffico dal bivio di Piancogno fino a Boario Terme, con forti disagi per la circolazione stradale.

Commenti
ven 02 dic 2016, ore 10.30
CITTA'
Carmine, la Polizia locale arresta un marocchino con droga e coltelli
Oltre 215 grammi di hashish, 175 euro frutto dell’attività di spaccio e due lunghi coltelli utilizzati per sezionare gli stupefacenti. È questo il bilancio dell’operazione antidroga effettuata lo scorso 25 novembre, in via Rua Sovera, dal nucleo di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale di Brescia. Gli agenti, in abiti civili e con veicoli di copertura, hanno arrestato in flagranza di reato un marocchino di 45 anni residente in centro storico. Dopo averlo notato aggirarsi nei luoghi tradizionalmente frequentati dagli spacciatori, gli uomini della Locale hanno seguito il 45enne mentre dalla sua abitazione si dirigeva in via Camozzi, via Milano e piazza Garibaldi. Successivamente il marocchino è entrato in un kebab e in un chiosco, dove si è fermato a parlare con alcune persone. Ritenen

Commenti 5
gio 01 dic 2016, ore 14.01
SICUREZZA
Parco Guidi, i vigili arrestano un 38enne che spacciava vicino all'area giochi
La Polizia Locale di Brescia non abbassa la guardia nei confronti dello spaccio di droga. Durante un’operazione antidroga che ha avuto luogo il 28 novembre scorso nella zona di via Panigada e del parco Guidi, il nucleo di Polizia Giudiziaria ha sequestrato 17,476 grammi di hashish e circa mezzo grammo di cocaina. Intorno alle 19 gli uomini del Comando di via Donegani, in abiti civili e con veicoli di copertura, hanno arrestato un 38enne marocchino senza fissa dimora, colto in flagranza di reato. Alcuni cittadini avevano segnalato che nel parco, in cui ci sono anche giochi per bambini, c’erano persone che vendevano stupefacenti. L’attività di sorveglianza ha quindi permesso di individuare il marocchino, già noto alle forze dell’ordine, che, entrato nel parco, si è seduto su una pa

Commenti 1
gio 01 dic 2016, ore 13.10
INSEGUIMENTO
Furto a Rovato: la vittima è un ex campione di rally e fa catturare il ladro
Inseguimento da rally, martedì notte, per le strade di Rovato. Tutto - secondo quanto riportato dal sito Rovato.it - è partito da un tentativo di furto alla Autodemoliziobi Buffoli B.10 di via Primo Maggio. Tre malviventi a bordo di due auto che, alla vista del proprietario, si sono dati alla fuga in direzione Ospitaletto. Peccato che a inseguirli non ci fosse un guidatore qualsiasi, bensì Manuel Buffoli, campione di rally che si è ritirato dalle competizioni soltanto lo scorso anno. Buffoli (accompagnato da un dipendente) è rimasto incollato a una delle due auto fino all'arrivo dei Carabinieri. Un 40enne è stato così denunciato per furto aggravato.

Commenti 6
gio 01 dic 2016, ore 10.46
TRIBUNALE
Sesso con minori, condannato a due anni il conduttore tv
Condannato a due anni, ma con pena sospesa, il conduttore tv accusato di aver avuto rapporti sessuali con minorenni in cambio di ricariche telefoniche, cene, pranzi e regali. Il processo con rito abbreviato è terminato oggi e, nonostante le richieste del procuratore Ambrogio Cassiani fossero ben più alte, il Gip ha deciso per una pena di soli due anni.Anche gli altri tre imputati, fra cui un parroco della Bergamasca, hanno ottenuto la medesima condanna. 

Commenti 6
mer 30 nov 2016, ore 10.40
IL CASO
Caso Zanotti, parlano le ex mogli che credono nel rapimento dell'uomo
Le due ex mogli di Sergio Zanotti credono che l'uomo sia stato rapito e da mesi sono in pena per lui. La prima moglie, quella da cui ha avuto tre figlie ora giovani donne, vive a Sulzano. "Credevo fosse morto - dice la signora Yolande Mainer - ho visto i suoi occhi nel video, vi prego di fare di tutto per riportarlo a casa" è il suo appello. L'uomo sarebbe partito per la Turchia per un lavoro, qui nel Bresciano aveva dovuto chiudere la sua azienda di meccanica.A Sarnico vive la seconda ex moglie, Yesica Guzman. Seconda quanto riporta il Corriere Brescia, la donna era addirittura al telefono con lui quando è avvenuto il rapimento. "Sergio mi ha chiamato dall’hotel dove pernottava in Turchia e all’improvviso è stato rapito. È riuscito a dirmi che lo stavano prelevando prima che cadesse

Commenti
mer 30 nov 2016, ore 09.52
SCHIANTO ALL'ALBA
Frontale a Castenedolo, auto distrutte ma conducenti illesi
Sono incredibilmente illesi, se non con qualche ammaccatura, i due uomini protagonisti all'alba di un frontale a Castenedolo, sulla Sp236. Le due auto si sono scontrate intorno alle 5 della mattina per cause ancora in fase di accertamento da parte della Polstrada di Desenzano intervenuta sul posto. L'impatto è stato tale da richiedere anche l'intervento dei Vigili del Fuoco per districare le lamiere delle due auto. I conducenti sono stati condotti in Poliambulanza per accertamenti ma non sembrano aver riportato ferite. 

Commenti
mer 30 nov 2016, ore 09.33
IL CASO
Il governo mi salvi: è giallo sul bresciano che denuncia di essere stato rapito in Siria
Da casa manca da aprile. Ed ora è improvvisamente ricomparso in un video, che lo ritrae con una lunga barba bianca inginocchiato in un campo – tra gli ulivi – davanti a un uomo incappucciato e armato di mitra. Nelle mani, il “prigioniero” tiene un cartello con la data del 16 novembre 2016. Ma in una pagina Facebook compaiono anche altre due foto: una simile alla prima, l'altra con il passaporto dell'uomo: Sergio Zanotti, nato nel 1960 a Marone. “Mi chiamo Sergio Zanotti e da sette mesi sono prigioniero qui in Siria. Prego il governo italiano di intervenire nei miei confronti prima di una mia eventuale esecuzione”, spiega nel video l'uomo, con chiaro accento bresciano. Ma le incongruenze rispetto al filmato sarebbero molte. Mancherebbero, infatti, la rivendicazione del rapimento e un'

Commenti 3
mar 29 nov 2016, ore 17.03
RAPINA
Presi i malviventi che pestarono un gioielliere in via Corsica
In poco più di due mesi la Squadra Mobile della Questura di Brescia è riuscita a braccare ed arrestare due dei malviventi che lo scorso settembre avevano immobilizzato, picchiato e rapinato un gioielliere di 70 anni al rientro a casa. I fermati sono due clandestini albanesi di 23 e 24 anni con precedenti per rapina e furto, ora si trovano nei carceri di Brescia e Bergamo.La denuncia era scattata grazie alla stessa vittima che, dopo ore legato nel proprio garage sotto casa, era riuscito a liberarsi e a rivolgersi alla Polizia. I rapinatori erano scappati con un bottino considerevole: il prezioso rolex che l'uomo aveva al polso e la cassaforte in cui erano contenuti 25.000 euro in contanti più altri monili per un valore di 10.000 euro circa. I due sono strati rintracciati anche attraverso l'utilizzo di intercettazioni a

Commenti 3
mar 29 nov 2016, ore 13.07
GUARDIA DI FINANZA
Fatture false per 165 milioni, nei guai tre bresciani per frode transnazionale
La Guardia di Finanza di Brescia sta mettendo a segno una serie di "colpi grossi" su frodi e false fatture. Oggi ne ha messo a segno un altro: quattro persone sono state arrestate (tre sono residenti in provincia di Brescia) con l'accusa di frode fiscale transnazionale. Secondo i militari avrebbero prodotto 165 milioni di fatture false. La Guardia di Finanza ha anche sequestrato beni per 9,3 milioni di euro.

Commenti 8
mar 29 nov 2016, ore 10.18
IL CASO
Intimidazione all'avvocato Rando, Libera: dalla parte di Enza contro la 'ndrangheta
L'associazione Libera, con una nota inviata oggi ai media, esprime grande preoccupazione per l'inquietante fatto accaduto la sera della manifestazione a sostegno di Enza Rando, vice presidente di Libera e avvocato che cura la costituzione di parte civile in numerosi processi per mafia. Il 26 novembre, a poche ore dal convegno che si è svolto a Modena promosso da Libera dal titolo "Come cambiano le mafie idee e nuovi percorsi di contrasto", infatti, ignoti si sono introdotti nello studio di della Rando mettendo a soqquadro la sua stanza senza che alla stessa sia stato sottratto nulla, pur essendo a portata di mano Pc, penne e altri oggetti di valore. Tra gli elementi preoccupanti anche l'apertura delle ante di armadi in cui sono custoditi i faldoni riguardanti le costituzioni di parte civile nei processi di ma

Commenti
lun 28 nov 2016, ore 11.11
ATS
Blatte nel ristorante, chiuso un esercizio etnico di Erbusco
Il 25 novembre, personale dell’Equipe Igiene Franciacorta di Rovato di ATS Brescia, nell’ambito delle attività di controllo congiunto con la Guardia Costiera di Venezia, ha realizzato un'ispezione in un ristorante etnico di Erbusco, procedendo a sequestro di alimenti e alla chiusura del locale. All’esercente è stata notificata la chiusura del locale a seguito delle gravi carenze igienico sanitarie e alla presenza di blatte; il ristorante rimarrà chiuso fino alla completa ottemperanza delle prescrizioni igienico sanitarie impartite. Gli alimenti sequestrati (prodotti ittici, ravioli, carne, ecc.), per un totale di 360 chilogrammi, sono prevalentemente privi di etichettatura e della tracciabilità richiesta dalla normativa europea; alcuni prodotti sono già scaduti, gli operatori ha

Commenti
sab 26 nov 2016, ore 11.21
CASTELCOVATI
Stupro 87enne, "era una messinscena per incastrare il vicino di casa"
Lui ha passato 45 giorni in carcere con l'accusa di aver violentato una 87enne dopo essersi introdotto furtivamente nella sua abitazione, a Castelcovati. Un'ipotesi tanto infamante, come aveva scritto subito BsNews, da sembrare falsa. E falsa era. Perché gli investigatori ora ipotizzano che si sia trattato di una tragica messinscena orchestrata per incastrare il vicino di casa. Le tracce biologiche sul letto dell'anziana, infatti, non appartenevano al 32enne rumeno Saint Petrisor, ma a un altro vicino: il 69enne italiano, con cui pare la donna intrattenesse una relazione, che l'aveva accompagnata anche dai carabinieri a sporgere denuncia. I due, secondo una tesi investigativa, si erano inventati tutto per far finire nei guai il rumeno. Ma ora nei guai sono finiti loro. Ovviamente saranno denunciati e seguirà una

Commenti 33
sab 26 nov 2016, ore 10.44
L'INIZIATIVA
Violenza, la Questura di Brescia dalla parte delle donne
In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la Polizia di Stato parteciperà con il proprio team ai numerosi eventi che si svolgeranno a Brescia. La Questura, a novembre, ha fortemente promosso la campagna di sensibilizzazione #questononèamore incontrando nella provincia oltre 2.000 studenti e circa 200 docenti che hanno partecipato attivamente all'iniziativa, al fine di costruire la cultura della prevenzione a qualsiasi forma di violenza. Gli eventi, sono stati organizzati previo accordo con l’Ust nelle scuole della Vallecamonica (Bienno, Breno, Esine e Cividate), nella Sala Faisolla “Ubi Banco di Brescia” dove lo scorso 22 novembre oltre 1.000 tra studenti e docenti provenienti dal Liceo Lunardi e dall’Istituto Mantegna hanno partec

Commenti
gio 24 nov 2016, ore 15.17
FONDAZIONE MICHELETTI
Commercio, Davide contro Golia: ecco la sintesi degli interventi del dibattito promosso da BsNews
Davide e Golia: negozi di città e giganti della grande distribuzione, questo il titolo del dibatto che si è tenuto oggi - dalle 17.30 - nella sede della Fondazione Micheletti. A promuoverlo BsNews in collaborazione con la fondazione guidata da Aldo Rebecchi. DI SEGUITO LA SINTESI DEGLI INTERVENTI (IN ORDINE DI INTERVENTO)  ANDREA TORTELLI (DIRETTORE BSNEWS.IT) Ringrazio tutti gli ospiti: il padrone di casa Aldo Rebecchi, i due Alessandro (Belli e Benevolo) che sono opinionisti storici di BsNews e gli autorevoli interlocutori del mondo del commercio che sono qui. Da qualche settimana dirigo BsNews.it: l'obiettivo è fare un sito che diventi sempre più interlocutore della politica, dell'economia e delle forze vive del territorio, come negli anni Sessanta. ALDO REBECCHI (FONDAZIONE MICHELETTI):

Commenti 28
mer 23 nov 2016, ore 19.36
SPACCIO
Polizia locale, sequestro di hashish al parco di via Caleppe
La Polizia Locale non abbassa la guardia nei confronti dello spaccio di droga. Lunedì 21 novembre, al parco Caleppe, gli agenti hanno sequestrato oltre 29 grammi di hashish. Da tempo gli uomini della Polizia Locale stavano tenendo sotto controllo i parchi di Brescia 2 e in modo particolare il parco Caleppe. Il 21 novembre, gli agenti e l’unità cinofila hanno ispezionato il parco in via Privata de Vitalis, recuperando più di 29 grammi di hashish suddiviso in 16 barrette: due da 2 grammi, due da 4,4 grammi e 12 da 23 grammi. La droga era stata nascosta vicino alle panchine presenti a ridosso della recinzione della scuola media Bettinzoli. Al momento del controllo, nella zona si trovavano 7 persone, ma nessuno è risultato in possesso di sostanze stupefacenti. L’intervento segue un’a

Commenti 1
mer 23 nov 2016, ore 15.24
TRAGEDIA
Investita in bicicletta nel Laos, muore dipendente comunale
Muore in un incidente stradale nel Laos Silvia Cucchi, dipendente del Comune di Brescia. La donna, 52 anni residente in città, si trovava in Oriente per un viaggio di piacere con il suo compagno. Secondo le prime notizie sarebbe stata investita da un'auto mentre si trovava in sella ad una bicicletta. Trasportata d'urgenza nell'ospedale più vicino, la donna è stata poi trasferita in un altro nosocomio, ma questo non è servito a salvarle la vita. Silvia Cucchi lascia tre figli. Ferito in modo non grave anche l'uomo che si trovava con lei.

Commenti
mar 22 nov 2016, ore 11.49
IL CASO
Il pentito: rifiuti tossici della Camorra a Ospitaletto, Castegnato, Montichiari e Rovato
I rifiuti tossici della criminalità organizzata sono finiti a Ospitaletto, Castegnato, Montichiari e Rovato. A fare l'inquietante rivelazione è il pentito della Camorra Nunzio Perrella, rispondendo – di fronte alle telecamere di Rai2 (nella trasmissione Nemo, in un servizio intitolato “Il camorrista incontra le sue vittime”) – al presidente dell'associazione Sos Terra di Montichiari Gigi Rosa. Perrella, in particolare, indica quattro comuni come destinazione dei rifiuti tossici e nocivi ("ogni carico facevo 300 quintali, voi state molto più rovinati di noi"), e non sono nomi casuali. Resta da capire, però, quali siano state le mete: probabilmente si tratta di discariche già attive in cui sono stati infilati di nascosto i carichi scottanti. IL SERVIZIO E' VI

Commenti 2
mar 22 nov 2016, ore 09.54
EVASIONE FISCALE
False fatture per 7,6 milioni di euro ed evasore totale, nei guai un 52enne di Casto
Si occupava di commercializzare rottami in ferro, ma non aveva capannoni, mezzi o attrezzature necessarie. La ditta con sede a Vestone avrebbe dovuto occuparsi in realtà di meccanica industriale, ma il suo vero settore di riferimento era l'evasione fiscale. Ad una approfondita verifica della Guardia di Finanza di Salò la ditta è risultata infatti evasore fiscale totale per diversi anni, emettendo fatture false per un totale di 7,6 milioni di euro.Nei guai è finito il titolare, un 52enne di Casto, ma le indagini stanno proseguendo per individuare i clienti che hanno beneficiato negli anni delle false fatture utili per abbattere la base imponibile. Al momento le accuse a carico del proprietario della società sono emissione di documenti per operazioni inesistenti e occultamento o distruzione delle scritture

Commenti 2
mar 22 nov 2016, ore 09.40
QUESTURA
Clandestini, nuovi controlli. Da inizio anno 310 accompagnati alla frontiera
Sono in aumento, nel Bresciano, i provvedimenti di espulsione di immigrati irregolari. Nel 2016, infatti, su 1063 provvedimenti di espulsione, il Questore di Brescia ha disposto l’esecuzione coattiva di 310 stranieri giudicati “altamente pericolosi”. “Si tratta molto spesso – si legge in una nota - di persone già condannate per reati inerenti le sostanze stupefacenti, di favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina, di sfruttamento della prostituzione”. Negli ultimi giorni, in particolare, i controlli straordinari hanno permesso di rintracciare stranieri (si tratta prevalentemente di cittadini marocchini e albanesi) che sono stati avviati alle procedure espulsive. Tra loro, alcune figure che hanno evidenziato profili di elevata pericolosità sociale e che,

Commenti 11
dom 20 nov 2016, ore 08.59
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
16:49 6,5
06 dic - Vai alla news »
sei milioni di euro evasi equivalgono a 6,5 euro a testa per ogni cittadino della provincia di Brescia, compresi i bambini.
16:27 @narciso
06 dic - Vai alla news »
perfetto intervento. Il non inquadrato Sandro è a sua insaputa già chiuso nella scatola... E lo hanno preso all'amo solo facendogli balenare
15:04 ASTERX
06 dic - Vai alla news »
Donne cinesi, conviventi italiani e soldi bresciani che li arricchiscono. Globalizzazione perfetta.
15:01 @Piovanelli
06 dic - Vai alla news »
Scusi, Piovanelli, dimenticavamo di dirle che il 70% di quei giovani voterebbe oggi, sondaggi alla mano, per il Movimento Cinque Stelle, che
15:00 @brescia sex
06 dic - Vai alla news »
la prima gallina che canta ha fatto l'uovo...come fai a saperlo così bene ?....hehehehe
14:57 BRESCIA SEX
06 dic - Vai alla news »
E anche questo è un bel vizietto di molti bresciani. E pure con extracomunitarie !
14:55 SEMPRE NOI
06 dic - Vai alla news »
Altro tipico vizietto bresciano.
14:53 @ancora !
06 dic - Vai alla news »
L'Italicum è la legge pensata e voluta, con un lungo iter parlamentare, proprio da Renzi accordatosi con Berlusconi, ma soprattutto votata d
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...